post

Serie D: Podenzano soffre ma la spunta, con Nubilaria è una vittoria tutto cuore


Podenzano – Nubilaria 73 – 69  (18-21, 34-45, 48-62)

Gara vietata per i deboli di cuore: Nubilaria arriva a Podenzano dopo 3 vittorie consecutive di cui una sul campo difficile di Carpi, secondi in classifica; Podenzano Bakery mostra per buona parte della gara le ormai croniche difficoltà a prendere in mano la gara, a parte i primi minuti di notevole intensità, ma negli ultimi 10 minuti sfoggerà un’estasiante prestazione, segnando un parziale di 25-7 che porterà alla vittoria tra le urla festanti dei circa 100 spettatori presenti al Pala Valla, compresi i tanti ragazzi del minibasket di Podenzano che hanno accompagnato i ragazzi con un tifo degno di categorie superiori.

La partita nei primi minuti si mette bene: il play Daniele Bossi infila i primi 5 punti e Petrov consolida nel pitturato, per il 9 a 2 iniziale. Da qui, Nubilaria Novellara ritrova il bandolo della matassa e rosicchia punti, portandosi nel corso della prima frazione in vantaggio di 3. La storia continua simile fino all’intervallo, dove gli ospiti chiudono sopra di circa 10 punti. 

Coach Claudio Coppeta è già senza voce: nella pausa il mantra è uno solo, bisogna spingere, bisogna alzare il ritmo, ma nonostante le difficoltà sembra esserci la carica giusta negli occhi dei gialloblu.

Nonostante questo, la terza frazione non segna ancora la svolta: Nubilaria non lascia spazio alle iniziative, a volte ingenue e frettolose, dei locali.  Si arriva anche a -5, ma troppe palle perse e contropiedi rispediscono avanti Mariani Cerati e compagni che chiudono con 14 punti di vantaggio al 30’.

Il cambio di direzione avviene dopo un paio di minuti dell’ultima frazione: Bossi, miglior marcatore, piazza la tripla del -7, poco dopo replica “Zak” El Agbani e Pode si fa sotto a -4. Gli ospiti tentano di strappare con un’altra bomba dall’arco, ma Bossi, ancora 3 punti, la rispedisce al mittente. Fasi di gioco concitate, il pubblico alza la voce con cori e trombette tanto da rendere difficoltoso a volte anche sentire i fischi degli arbitri.

Cambio veloce, esce Noé ed entra Giulio Coppeta: schema, tripla dal vertice e palla nella retina: poco dopo altri 2 punti sempre dal capitano e Pode passa in vantaggio. Negli ultimi minuti battaglia tra time out e falli tattici, ma altri due punti segnati da tiro libero con Zakaria El Agbani suggellano il punteggio finale e una vittoria importantissima che fa tornare il sorriso.

Monti 3, El Agbani 11, Carini 6, Calzi 3, Galli 7, Bossi 14, Guerra 7, Noé 2, Chiozza 3, Coppeta G. 9, Petrov 8.   All. Coppeta C. / Simone Libé

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.