post

Sospesa tutta l’attività del Pode Basket

Da Ufficio stampa della Federazione Pallacanestro Italiana:

La Federazione Italiana Pallacanestro, in considerazione delle disposizioni emanate dal Governo per l’emergenza Coronavirus e la salvaguardia della salute pubblica, pur conscia dei notevoli danni economici che speriamo siano sostenuti dalle Istituzioni così come in altri settori dell’economia, dispone che fino a determinazione diversa, le gare di LBA si giochino a porte chiuse e tenuto conto delle norme previste dal decreto del 4 marzo 2020.
La FIP, inoltre, dispone lo svolgimento di tutti i campionati nazionali dilettantistici maschili e femminili a porte chiuse secondo le modalità previste dal sopracitato decreto.
Infine, tutti i campionati regionali senior e giovanili, le attività di Minibasket, di formazione e ogni altro evento federale sono sospesi su tutto il territorio nazionale fino a nuova disposizione.

post

Gli ultimi risultati

La importantissima vittoria della Serie D è accompagnata dalle ottime prestazioni di tutto il settore giovanile.

Gli Under14 guidati da Bernini (Bakery) si impongono anche nel reggiano e continuano a seguire la capolista Cavriago al secondo posto.

Gli esordienti, veri rulli compressori, non si lasciano intimorire dai forti ‘canguri’ sarmatesi e nonostante il punteggio bassissimo portano a casa una vittoria di sostanza dimostrando una costante crescita.

Aquilotti ancora un po’ in difficoltà, ma giustificati dall’essere tra i più piccolini di tutto il girone. Se la giocano comunque per tutta la partita, persa solo per un tempo di differenza.

Scoiattoli saranno in campo la prossima domenica 23, nel concentramento di Ponte dell’Olio.

post

Basket Serie D: Podenzano torna a vincere con Calderara, continua la corsa salvezza

Podenzano – Calderara: 76 – 67  (26-11, 40-31, 54-52)

I miglioramenti visti nelle ultime gare hanno dato i loro frutti: Podenzano bakery ospita una diretta concorrente in classifica, Calderara Basket, già battuta nell’unica vittoria fuori casa del girone d’andata, e replica la vittoria convincendo per carattere e gioco.
La contesa si apre in modo surreale, punto dopo punto Podenzano arriva addirittura sul parziale di 19-0 prima che Calderara si svegli dal torpore e metta i primi 2 punti. Rimettendosi in carreggiata, riesce a rimontare leggermente i locali, finendo il quarto sul 26 a 11, lasciando comunque trasparire un dominio dei gialloblu e una partita apparentemente facile. Francesco Galli, playmaker, è il mattatore del primo tempo.
Anche il secondo periodo prosegue sugli stessi toni, ma Calderara è decisamente più in partita, rosicchiando punto dopo punto a cui Podenzano risponde bene ma concedendo qualcosa in difesa: è comunque +9 per i locali all’intervallo.
Calderara rientra con un piglio diverso dagli spogliatoi, mentre adesso è Podenzano a non trovare più le idee veloci e le realizzazioni del primo tempo: gli ospiti continuano a viaggiare con 20 punti per quarto, e arrivano a fine terzo periodo quasi ad agganciare i gialloblù, comunque mai andati sotto.
La gara diventa nervosa, complice una conduzione arbitrale severa sui contatti e sulle proteste: Calderara si lascia andare, fioccano i falli tecnici e addirittura l’espulsione del dirigente. Escono rapidamente per 5 falli anche due giocatori importanti e diventa impossibile per i viaggianti recuperare lo svantaggio, ma un plauso ai ragazzi di Coach Coppeta che mantengono il sangue freddo rispondendo colpo su colpo alle offensive dei bolognesi.
Le parole di coach Claudio Coppeta: “Ottima vittoria voluta e protetta nei momenti difficili dell’incontro: erano già alcune partite che avevamo un giusto approccio ma non riuscivamo a concretizzare. Ora ci tufferemo in palestra, per preparare la prossima importantissima in quel di Cavriago.”

Monti 2, El Agbani 7, Carini 7, Marafetti, Calzi 2, Galli 18, Bossi 2, Guerra 13, Noé, Coppeta G. 14, Petrov 11.  All. Coppeta C. / Scherz / Libé



Cristiano Repetti
AS Basket Podenzano

post

Basket Serie D: il più bel Podenzano, ma non basta per battere La Torre

La Torre – Podenzano: 85 – 77  (19-21, 38-41, 59-58, 85-77)

Un bel Podenzano come non si vedeva da parecchie settimane, soprattutto in trasferta: purtroppo non è sufficiente per battere la in fortissima formazione reggiana di La Torre, che veniva da 4 vinte nelle ultime 5 partite (e portando addirittura al supplementare la capolista Scandiano nell’ultimo turno).

Ottimo ritmo, ottima intensità e alte percentuali, finalmente, per i ragazzi di Coppeta. Infatti la partita scorre punto a punto, con valori molto alti, per tutto il primo tempo che vede Podenzano andare negli spogliatoi in vantaggio di 3 punti.

Alla ripresa la musica non cambia. Sugli scudi Michele Chiozza (12 pt) e Nicolò Guerra, autore di 19 punti (5 triple) e il distacco resta ravvicinato. Come spesso accade, la svolta accade negli ultimi minuti dove Podenzano concede troppi falli, alcuni con tiro libero aggiuntivo, tanto che La Torre riesce a sganciarsi e a vincere sul filo di lana l’incontro grazie principalmente agli ultimi tiri dalla lunetta.

“Una buona gara, ragazzi molto bravi, purtroppo ancora troppo distratti in difesa negli ultimi minuti” le parole di uno dei due assistenti di coach Coppeta, Simone Libé. Nei reggiani, menzione per Melli, 31 punti, autentica spina nel fianco per i gialloblu.

Monti 2, El Agbani 4, Carini 6, Calzi, Galli 8, Bossi 6, Guerra 19, Noé 5, Chiozza 12, Villa 10, Coppeta G. 3, Petrov 2.  All. Coppeta C. / Scherz / Libé

post

Serie D: Occasione persa per Podenzano, con Pallavicini è una sconfitta che pesa

Antal Pallavicini – Podenzano: 68 – 55  (20-17, 41-27, 48-50, 68-55)

Entrambe a 10 punti in classifica, la gara di sabato sera a Villa Pallavicini di Borgo Panigale poteva essere per Podenzano Bakery una ghiotta occasione per scansare una diretta concorrente.

Gara partita tiepida nei primi minuti, prende ritmo dopo poco: Antal allunga ma Pode resta in scia, grazie ai canestri di Guerra e El Agbani. Nella seconda frazione invece i locali azzurro-amaranto mantengono buone segnature dove invece Podenzano fatica a trovare soluzioni offensive: si va al riposo a -13.

Coach Coppeta perde la voce nell’intervallo: l’arrabbiatura negli spogliatoi serve evidentemente ai gialloblu che nel terzo periodo chiudono ogni strada ai locali mentre producono fantasiose azioni e ottimi canestri, trascinati da capitan Giulio Coppeta e da ‘Pepi’ Petrov che, dolorante a una caviglia, gioca da vero trascinatore: il quarto si chiude 23 a 7 per Pode, a +2.

Ma qui finiscono le energie, non tanto fisiche ma soprattutto mentali; la rimonta non si porta a compimento, e Pallavicini riprende a macinare punti come nella prima parte di gara mentre Podenzano ricade nel tradizione black-out offensivo, condito da troppi errori sotto canestro.

Venerdì prossimo la difficile trasferta contro La Torre dovrà essere approcciata con un altro spirito.

Monti, El Agbani 6, Carini 1, Calzi 2, Galli 4, Bossi 5, Guerra 10, Noé, Chiozza 2, Villa 6, Coppeta G. 13, Petrov 6.  All. Coppeta C. / Scherz / Libé