post

Serie D: Strepitoso Podenzano, importante vittoria al supplementare contro Nazareno Carpi

Podenzano – Nazareno Carpi  99 – 92 dts (23-21, 46-43, 76-61, 86-86)

Serve un tempo supplementare a Podenzano Bakery per mettere fine a una delle partite più emozionanti della stagione. Due punti importantissimi per ritrovare morale e fiducia nella corsa per la salvezza: dopo le scintille della scorsa trasferta, e il lavoro in palestra, la squadra comandata da coach Coppeta e dal nuovo vice Renato Scherz assieme a Simone Libé sembra aver ritrovato la grinta delle prime gare.

Per tutti i primi 40 minuti Podenzano è stata sempre avanti: apre la contesa la tripla di Francesco Galli, dopo poco da quella di capitan Giulio Coppeta (chiuderà con 24 punti, di nuovo miglior marcatore). Fino all’intervallo si continua punto a punto, nessuna delle due squadre riesce a trovare un allungo nonostante si giri su punteggi altissimi. Pode sempre avanti di qualche punto: si va negli spogliatoi sul 46-43 per i locali.

Il terzo periodo, solitamente incubo per i gialloblù, stavolta riserva sorrisi: prima Calzi da 2, poi altro canestro in penetrazione e successiva tripla di Coppeta, e nei 10 minuti si arriva al parziale di 30-18 che vede i locali anche sopra di 15 punti per alcuni secondi.

Nel quarto periodo, arriva la stanchezza e esce l’esperienza dei modenesi, che fino a poche settimane fa guidavano la classifica con Scandiano: recuperano punto dopo punto, piazzando un parziale di 8 a 0, fino ad arrivare a -4 quando mancano 20 secondi. Due palle perse, un fallo (non dato) molto dubbio, due contropiedi e Carpi pareggia: si va all’extratime sul punteggio di 86 pari.

La gara poteva finire qui, ma i ragazzi di Coppeta non sono crollati: concentrati e attenti, non si sono lasciati sfuggire la partita nei 5 minuti supplementari, e dopo le prime azioni guardinghe e realizzazioni ovviamente basse dopo quasi due ore sul campo, con i canestri di Galli, Coppeta e El Agbani piazzano il mini-allungo finale che decreta l’importantissima vittoria finale per 99 a 92.

Bossi 4, Calzi 5, Carini 13, Chiozza 4, Coppeta G. 24, El Agbani 8, Galli 14, Guerra 15, Monti, Noè 5, Petrov 7,  All. Coppeta C. / Scherz / Libé

post

Serie D: Podenzano sconfitta a Reggio, ma segnali di ripresa

BasketReggio – Podenzano 80 – 69 (30-13, 53-31, 65-44)

Grande apprensione in casa Podenzano Bakery dopo la batosta subita nella trasferta di Ferrara, coincisa con l’ultima giornata di andata. Era necessaria una svolta, mentale soprattutto, per resettare e ripartire nel girone di ritorno di slancio, con l’obiettivo di portare a casa i punti necessari alla salvezza.

Invece la gara a Reggio parte nel peggiore dei modi: i locali allungano subito finendo i primi 10 minuti con 17 punti di vantaggio. La paura la fa da padrona, nonostante il rientro in quintetto la giovane guardia Nicolò Guerra che da qualche giornata è costantemente il miglior marcatore.

All’intervallo la situazione non muta: Basketreggio è avanti di 22. Dopo la pausa lunga qualcosa però cambia, cominciano a entrare canestri e si riprende un po’ di consapevolezza, così che nella terza frazione (parziale 12-13) ma soprattutto nella quarta (parziale 15-25) si inizia a intravedere il gioco che ha contraddistinto i gialloblù a inizio stagione. Nonostante la sconfitta, coach Coppeta ha qualcosa di positivo su cui lavorare in settimana, preparando l’importantissima gara con Carpi di venerdì prossimo a Podenzano.

Bossi D. 6, Calzi F. 3, Carini A. 4, Chiozza M. 11, Coppeta G. 6, El Agbani Z. 8, Galli F. 9, Guerra N. 16, Monti A., Noè A. 6, Petrov P. 0,  All. Coppeta C. / Simone Libé

post

Serie D: Podenzano cade in casa con l’esperto Vignola

Podenzano – Vignola 63 – 85 (14-19, 43-38, 51-63)

Proseguono le difficoltà di Podenzano Bakery che si ritrova, a una giornata alla fine del girone di andata, invischiato nelle retrovie della serie D emiliana.

Al palazzetto di Podenzano arriva Vignola, compagine nel gruppo di testa con 14 punti: i bolognesi vantano nelle loro file giocatori di caratura decisamente superiore rispetto ai giovani talenti di Podenzano, molti di loro alla prima esperienza tra i senior.

La gara parte comunque punto a punto, ranghi serrati e fasi di studio; la difesa gialloblu è sempre piuttosto ballerina e Vignola approfitta per piazzare qualche tripla mentre non riesce a farsi strada in area, blindata come richiesto da coach Coppeta.

Il secondo periodo è entusiasmante per Pode: 29 punti segnati con addirittura il 50% da 3 punti, grazie ad alcuni minuti sopra le righe del miglior marcatore, il 2001 Nicolò Guerra.

Rientrando dall’intervallo a +5, ci si aspetta una partita intensa, ma arriva purtroppo un blackout dei locali che coincide con un forte aumento di intensità e di gioco degli ospiti. Vignola piazza uno strappo deciso che non verrà più rimarginato, anche perché i tentativi di capitan Giulio Coppeta e compagni diminuiscono sensibilmente: non si trovano spazi, idee, soluzioni: poche occasioni si traducono in pochissimi punti e Vignola si trova avanti anche di 29 punti nell’ultimo quarto, divario leggermente colmato nel finale.

Monti 2, El Agbani 7, Carini 2, Calzi 10, Galli 5, Bossi 1, Guerra 19, Noé 2, Chiozza 4, Villa 3, Coppeta G. 5, Petrov 3.   All. Coppeta C. / Simone Libé

post

Serie D: Podenzano soffre ma la spunta, con Nubilaria è una vittoria tutto cuore


Podenzano – Nubilaria 73 – 69  (18-21, 34-45, 48-62)

Gara vietata per i deboli di cuore: Nubilaria arriva a Podenzano dopo 3 vittorie consecutive di cui una sul campo difficile di Carpi, secondi in classifica; Podenzano Bakery mostra per buona parte della gara le ormai croniche difficoltà a prendere in mano la gara, a parte i primi minuti di notevole intensità, ma negli ultimi 10 minuti sfoggerà un’estasiante prestazione, segnando un parziale di 25-7 che porterà alla vittoria tra le urla festanti dei circa 100 spettatori presenti al Pala Valla, compresi i tanti ragazzi del minibasket di Podenzano che hanno accompagnato i ragazzi con un tifo degno di categorie superiori.

La partita nei primi minuti si mette bene: il play Daniele Bossi infila i primi 5 punti e Petrov consolida nel pitturato, per il 9 a 2 iniziale. Da qui, Nubilaria Novellara ritrova il bandolo della matassa e rosicchia punti, portandosi nel corso della prima frazione in vantaggio di 3. La storia continua simile fino all’intervallo, dove gli ospiti chiudono sopra di circa 10 punti. 

Coach Claudio Coppeta è già senza voce: nella pausa il mantra è uno solo, bisogna spingere, bisogna alzare il ritmo, ma nonostante le difficoltà sembra esserci la carica giusta negli occhi dei gialloblu.

Nonostante questo, la terza frazione non segna ancora la svolta: Nubilaria non lascia spazio alle iniziative, a volte ingenue e frettolose, dei locali.  Si arriva anche a -5, ma troppe palle perse e contropiedi rispediscono avanti Mariani Cerati e compagni che chiudono con 14 punti di vantaggio al 30’.

Il cambio di direzione avviene dopo un paio di minuti dell’ultima frazione: Bossi, miglior marcatore, piazza la tripla del -7, poco dopo replica “Zak” El Agbani e Pode si fa sotto a -4. Gli ospiti tentano di strappare con un’altra bomba dall’arco, ma Bossi, ancora 3 punti, la rispedisce al mittente. Fasi di gioco concitate, il pubblico alza la voce con cori e trombette tanto da rendere difficoltoso a volte anche sentire i fischi degli arbitri.

Cambio veloce, esce Noé ed entra Giulio Coppeta: schema, tripla dal vertice e palla nella retina: poco dopo altri 2 punti sempre dal capitano e Pode passa in vantaggio. Negli ultimi minuti battaglia tra time out e falli tattici, ma altri due punti segnati da tiro libero con Zakaria El Agbani suggellano il punteggio finale e una vittoria importantissima che fa tornare il sorriso.

Monti 3, El Agbani 11, Carini 6, Calzi 3, Galli 7, Bossi 14, Guerra 7, Noé 2, Chiozza 3, Coppeta G. 9, Petrov 8.   All. Coppeta C. / Simone Libé

Serie D: Voltone è fatale per Podenzano, ora due gare casalinghe per ritrovarsi

Voltone – Podenzano 83 – 67  (18-10, 34-30, 58-51)

Altra trasferta bolognese per Podenzano Bakery e seconda sconfitta consecutiva per i ragazzi di coach Coppeta. Stavolta per tanti demeriti, più che meriti avversari, capaci di una partita grintosa e cinica, necessaria per risollevarsi dagli zero punti finora incamerati.

La gara parte in modo equilibrato e molto promettente per i gialloblù, ma dopo pochi minuti è Voltone che trova il ritmo, mentre la paura frena le azioni dei piacentini. 10 a 18 dopo i primi dieci minuti, con Nicolò Guerra autore di 9 dei 10 punti segnati.

Secondo quarto che cambia volto: Voltone esaltato arriva anche a +15, ma la caparbietà dei ragazzi, e un ritmo che sembra finalmente avviato, permettono di arrivare sotto: 34 a 30 per i locali e partita apertissima.

Anche dopo l’intervallo Pode non è in grado di scavalcare Voltone: si arriva a 1 punto, un errore, cambio possesso e una tripla dei padroni di casa da 8 metri al 24’ secondo: da qui cambia la gara; Podenzano crolla psicologicamente, Voltone ci crede e all’inizio del quarto periodo piazza un parziale di 13-0 che taglia le gambe a Podenzano e chiude il match fino alla sirena finale.

Ora il calendario mostra due partite casalinghe, mercoledì 20 con Magik e venerdì 22 con Nubilaria, quantomeno fondamentali per dare una svolta di rendimento.

Monti, El Agbani 3, Carini, Calzi 5, Galli 13, Bossi 9, Guerra 20, Noé 2, Chiozza 2, Coppeta G. 8, Petrov 5.   All. Coppeta C. / Simone Libé